Home / i nostri prodotti / Polizze Vita / Perché scegliere una Polizza vita temporanea caso morte?

Perché scegliere una Polizza vita temporanea caso morte?

Perché scegliere una polizza vita temporanea caso morte?

La polizza vita caso morte o temporanea caso morte (a volte abbreviata in tcm) è la forma più comune di assicurazione sulla vita e anche, spesso, la più conveniente.
Il funzionamento di questa assicurazione è molto semplice. Prevede che, in caso di morte della persona assicurata (o di invalidità se anche questa possibilità è prevista), ad un terzo soggetto venga pagata la somma che è stata scelta al momento della stipula del contratto di assicurazione.
I soggetti coinvolti in questo contratto sono, quindi, almeno tre, in alcuni casi anche di più.
Il primo è la compagnia assicurativa che si impegna a pagare nel caso si verifichi, durante la validità del contratto, l’evento per il quale si è deciso di assicurarsi, evento che viene definito sinistro.
Il secondo è la persona che stipula il contratto e che si fa carico dei costi, ovvero il cosiddetto contraente della polizza. Quest’ultimo può assicurare sé stesso ed assumere, quindi, anche il ruolo di assicurato, oppure una terza persona (il coniuge, un familiare, un dipendente). Indipendentemente dal fatto che il contraente coincida o meno con la persona assicurata, spetta comunque a lui di identificare il beneficiario o i beneficiari che riceveranno le somme assicurate in caso di sinistro.
Va da sé che la polizza vita è uno strumento utilissimo per tutelare le persone che dipendono economicamente dalla presenza e dalla capacità di lavorare di altre.

La perdita di un familiare è un evento irreversibile e, quindi, terribilmente difficile da accettare per una famiglia. Poter beneficiare di una polizza vita, tuttavia, permette di affrontare le difficoltà, sollevati dalla preoccupazione economica e, quindi, con l’opportunità di poter comunque portare a termine i progetti futuri: il pagamento di un mutuo, gli studi universitari dei figli, l’investimento in un’attività in proprio. Senza pensare troppo in grande, una polizza vita permette di sostenere le spese correnti – ad esempio l’affitto – e reintegrare le spese improvvise dovute ad un’invalidità o un decesso, come le spese mediche o le tasse di successione.

x

Check Also

Perché sottoscrivere una temporanea caso morte invece di una polizza di risparmio e investimento

Molti pensano che sostenere la spesa del premio assicurativo per una polizza che paga solo ...

Eccoti servito il piano assicurativo adatto a te !

Pensi che un’agenzia assicurativa offra solo polizze auto? L’Agenzia Vittoria Assicurazioni ti offre molto di ...